domandeDomande Frequenti

Quanto mi costa essere seguito dalla ISU in fase stragiudiziale?

Essere seguito in tutte le fasi del risarcimento dalla ISU e dai propri esperti non vi costa assolutamente nulla. Infatti le spese legali sono una voce del danno che viene risarcita completamente dall'assicurazione. Ciò è possibile poiché l’assicurazione  liquida oltre alle somme dovute al danneggiato anche le competenze del professionista.

Per gli altri casi si fa riferimento alla convezione di Indennizzo Diretto e/o polizze dirette.

Cosa fare in caso di incidente?

Se si rimane coinvolti in un incidente stradale è necessario raccogliere sul posto la maggior quantità di informazioni possibili:

  • identità dei conducenti e dei proprietari di veicoli coinvolti (dati anagrafici, indirizzi, recapiti telefonici, dati relativi alla patente ...)
  • accertare quali siano le compagnie assicuratrici (nome, agenzia, numero di polizza)
  • dati identificativi e numeri di telefono di eventuali testimoni
  • compilare se possibile il modulo di constatazione amichevole
  • fare intervenire le Autorità se sorgono contestazioni o se la gravità dell'incidente lo richiede.

Quali sono i tempi per ottenere il risarcimento?

 La liquidazione stragiudiziale del danno è subordinata alla verifica di alcuni dati (dinamica del sinistro, prova dei danni a cose e quantificazione del perito, prova delle lesioni personali e quantificazione dei medici legali. Il processo di acquisizione di questi elementi comporta significative variazioni della tempistica potendo variare così l'attesa di ottenimento del risarcimento da poche settimane a molti mesi. In particolare, nel caso in cui vi siano dei feriti è necessario attendere la completa guarigione prima di ritenere chiusa la pratica; se sono intervenute le Autorità, inoltre, devono trascorrere i tempi tecnici prima di poter ottenere il verbale di accertamento (da 90 a 120 gg.).

Cosa fare nel caso in cui il veicolo danneggiante non si ferma sul luogo del sinistro?

 In primo luogo, se si è in possesso della sola targa è possibile risalire al proprietario del veicolo tramite una visura al P.R.A. e talvolta, attraverso i terminali A.N.I.A. per quanto concerne la copertura assicurativa. Se, anche la targa è sconosciuta il danneggiato può richiedere il risarcimento dei soli danni fisici al Fondo di Garanzia per le vittime della strada attraverso le società assicurative delegate in ogni regione d'Italia. In altri casi dove il danneggiante non è coperto da assicurazione RCA, si possono recuperare al 100% i danni subiti sempre attraverso il Fondo Vittime della Strada, con procedura veicolo identificato non assicurato. Serve una mano?

Se mi affido a voi in quanto tempo invierete la prima lettera?

Provvederemo alla messa in mora della compagnia assicurativa e della controparte entro 48 ore dal momento in cui avrete fornito tutti gli elementi anagrafici ed i documenti che vi saranno richiesti.

Ho bisogno di un risarcimento urgente, sarà possibile ottenere il risarcimento in meno di un mese?

La compagnia di assicurazioni ha termine 30/60 gg.  per risarcire il danno a cose,  90 gg. per effettuare una prima offerta risarcitoria per lesioni personali dalla prima richiesta di incarico medico legale,  a seconda che vi siano o meno danni fisici. Quindi molto dipende dalla celerità dell'assicurazione la quale difficilmente rispetta detti termini in convenzione Indennizzo Diretto.

Che tipo di certificati medici vi occorrono?

E’ necessaria la documentazione dei danni fisici subiti nell’immediatezza del sinistro. Questi saranno rilasciati dal pronto soccorso che vi ha prestato le prime cure. 
Successivamente, sarà necessaria certificazione medica, possibilmente specialistica, che attesti la prosecuzione dell’infortunio fino alla completa guarigione. 
Se in seguito al sinistro siano derivati danni permanenti alla salute, sarà necessaria una perizia medica specialistica che documenti l’esistenza di tali postumi quantificati in percentuale. 
Si precisa che tutte le fatture, ricevute fiscali e scontrini relativi alle spese mediche sostenute (visite specialistiche, farmaci, protesi, sedute di riabilitazione...) sono rimborsabili.

Cosa succede se l’assicurazione non intende pagare o riconoscere il danno?

Se anche con le successive trattative non si riesce a raggiungere il risultato sperato è necessario promuovere un giudizio civile dinanzi al Giudice di Pace o al Tribunale  per far ordinare il pagamento di tutti i danni materiali e fisici subiti in seguito al sinistro stradale, anticipato secondo la vigente normativa da un tentativo di conciliazione. 

Il giudice adito ordinerà anche il pagamento delle spese legali per il giudizio.

A chi devo far visionare l’auto che ha subito dei danni?

 Il veicolo danneggiato viene visionato dal perito dell' assicurazione che valuterà il danno. Conviene far visionare il veicolo anche dal vostro carrozziere e/o meccanico di fiducia che quantificherà il danno rilasciandovi un “preventivo” delle spese occorrenti per la giusta riparazione.

Ho bisogno urgentemente di riparare l’auto incidentata. Come posso fare?

Dopo l'attesa necessario di un perito il quale deve necessariamente accertare i danni entro 10 gg. dalla data di avvenuto sinistro, potete procedere alle riparazioni senza attendere ulteriore tempo, ma conviene sempre parlarne prima con il vostro  patrocinatore. Ovviamente conservate le fatture che comprovino le spese eseguite per la riparazione del veicolo allegando fotografie prima durante e dopo le riparazioni effettuate.

Quanto tempo ci vuole perché venga fissata la visita medica?

La visita medica può essere fissata solo dopo che il danneggiato sia definitivamente guarito. Dipende quindi dalla gravità dell'incidente. Maggiori dettagli possono essere forniti dal vostro patrocinatore.

Se vi affido la domanda di risarcimento, quali sono i documenti necessari?

I documenti necessari variano da caso a caso, ma normalmente occorre:

  • generalità e codici fiscali dei proprietari dei veicoli coinvolti 
  • generalità e codici fiscali di chi ha subito lesioni personali
  • copia del CAI (se esistente)
  • in presenza di danni ai veicoli è necessario un preventivo di spesa del vostro carrozziere e/o meccanico di fiducia. Se avete già fatto riparare il veicolo occorre la fattura della riparazione e possibilmente le foto dei danni al veicolo
  • la certificazione medica (se vi sono danni alle persone)

Mi trovo in un paesino sperduto, come fate a seguire la mia pratica dalle vostre sedi?

La località dalla quale ci contattate non ha alcuna importanza poiché abbiamo collaboratori in ogni provincia sul territorio nazionale. Oltre 120 collaboratori per seguire al meglio la tua pratica.

In quanto tempo avrò il risarcimento?

La tempistica dei risarcimenti è scandita dalla legge che concede alle assicurazioni da un minimo di 30/60 giorni, per i sinistri con soli danni materiali, ad un massimo di 90 giorni, per i sinistri nei quali vi siano anche danni fisici, durante il quale le assicurazioni possono decidere se risarcire o meno il danno. 
Tali termini decorrono dal ricevimento della raccomandata di messa in mora e non dal giorno di avvenimento del sinistro, per le lesioni personali i termini decorrono dal giorno di inoltro del certificato di guarigione alla Compagnia di Assicurazioni.   
Per questo motivo si consiglia sempre di affidarsi ad un legale. 
Solo dopo che sia trascorso tale spatium decidendi, il danneggiato può agire giudizialmente.

Sull’incidente sono intervenute le forze dell’Ordine. Da quando posso richiedere la loro documentazione?

Il rilascio della relazione dell'incidente, può avvenire dopo 30/60 gg. se si tratta di sinistro senza feriti e dopo 90/120 se ci sono feriti. 
Nel caso che ci siano stati feriti gravi o morti o che sia stata presentata una querela da una delle parti, si apre automaticamente un procedimento penale. 
In questo caso il rilascio del verbale è subordinato al nulla osta del magistrato che si occupa del caso.

Potete seguirmi anche in una eventuale causa giudiziale qualora non ci fosse l’accordo con l’assicurazione sul risarcimento?

Certamente. Un nostro legale esperto in infortunistica sarà a vostra disposizione se deciderete di agire nei confronti della compagnia che ha rifiutato il pagamento dei danni ovvero che abbia pagato una cifra non sufficiente.

Potete seguire la mia pratica anche se è per danni inferiori a 1000 euro?

ISU offre l'opportunità di seguire qualsiasi richiesta con importo minimo dei danni pari ad € 500,00

Potete seguire la mia pratica anche se l’auto è straniera o se l’incidente è avvenuto all’estero?

Seguiamo anche sinistri stradali avvenuti in Italia con auto straniere, all'estero con auto italiane dove l'assicurazione debitrice abbia aderito alla convenzione  della Carta Verde.

Come devo spedirvi i documenti ?

Possiamo ricevere la documentazione a mezzo email, fax, posta, a mano presso i nostri studi.

Vi occuperete voi di seguire tutta la pratica di risarcimento?

Certamente! Ci occuperemo di assistervi durante la fase stragiudiziale mettendo in mora l’assicurazione tenuta al risarcimento. Contatteremo per vostro conto i periti assicurativi, i medici legali ed i liquidatori della società per ottenere il risarcimento. 
Vi terremo costantemente informati dell’evoluzione della pratica via e-mail o telefonicamente a seconda delle vostre esigenze.

Come posso avere informazioni sull'andamento della pratica?

In qualunque stato della pratica potrete sempre contattarci per nuove comunicazioni o per informazioni sul procedimento della stessa.